Contenuto principale

I progetti dell'istituto tecnico

Progetto Nautilus – prof. Lucio Sapuppo

Risultato della collaborazione che si rinnova da anni con aziende operanti nel settore della nautica, disposte a promuovere proposte e sviluppare gli argomenti specifici del corso , affiancati da un docente ITP esperto, il progetto mira sostanzialmente a preparare delle maestranze (elettricista installatore – nautico), figure in grado di progettare e installare impianti elettrici di bordo tradizionali e tecnologici per la produzione e la distribuzione dell'energia elettrica; effettuare le prove di collaudo, installare le principali apparecchiature elettroniche di ausilio alla navigazione, effettuare interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, diagnosticando i guasti.

Obiettivo principale del progetto Nautilus è la realizzazione di punti di riferimento reciproci tra scuola e impresa: l’ aggiornamento costante dei percorsi di studio alle reali esigenze del mondo del lavoro per la prima e la possibilità di avvalersi di attività di formazione permanente su argomenti specifici indirizzati alle esigenze della realtà aziendale locale, organizzate dalla scuola.

Vicini alla gente di mare ( Il risveglio di Giona 2012 – 2013); Dalle reti alle relazioni; L’incontro con l’altro nel dialogo interreligioso - prof. Giorgio Ghin

Una serie di progetti legati dal fil rouge dei cambiamenti apportati dalla globalizzazione e dai flussi migratori: sempre più pressante la necessità di confrontarsi con gli altri e con l’altro,
vivendo la diversità come una risorsa.

“S.I.C.S” – Studenti Informati, Cittadini Sicuri – prof.ssa Claudia Pitton

Il progetto, svolto in collaborazione con l’INAIL è rivolto alle classi terze degli Istituti Tecnici; vuole promuovere la cultura della sicurezza sul lavoro, con l’obiettivo di garantire sicurezza nella scuola, nel presente, e di sensibilizzare, per il futuro, ad un problema sociale di grande rilievo. Finalità principe delle attività proposte è la modifica della percezione del rischio da parte degli studenti, attraverso riflessioni di varia natura, volte a promuovere comportamenti sicuri di prevenzione e che consentano di fronteggiare il rischio nelle concrete situazioni di lavoro. Tutto ciò anche al fine di affrontare consapevolmente l’esperienza di stage che gli studenti per la prima volta vivranno alla fine di questo anno scolastico.