Contenuto principale

I progetti dell'istituto tecnico per il turismo

Progetto “SporTurismo” (Istituto di Lignano) – prof. Stefano Gigante

“SporTurismo” è stato realizzato in collaborazione col CONI del Friuli Venezia Giulia, la Provincia di Udine, il Comune della Città di Lignano Sabbiadoro, il Corso di laurea in Scienze Motorie della Facoltà di Medicina dell’Università di Udine, il Villaggio Turistico della GE.TUR. a Lignano Sabbiadoro con l’intento di arricchire la propria offerta formativa, al fine di integrare “Sport e Turismo”, un binomio che in tutto il mondo muove milioni di persone.
Questa nuova progettualità, ha come obiettivo strategico degli interventi modulari dal primo al secondo anno, diretti alla valorizzazione del movimento, del gioco e dello sport come espressioni della corporeità, dell’educazione motoria, della pratica sportiva e di tutte le discipline, tali da concorrere a garantire la salute dei giovani studenti; dal terzo al quinto anno, volti all’approfondimento degli aspetti delle discipline sportive studiati e praticati nel biennio, con l’inserimento di contenuti specifici nelle materie di indirizzo (Discipline Turistiche Aziendali, Diritto e Legislazione Turistica; Lingue Straniere).


Progetto Sportivo Scolastico – progetto Body Building prof. Alessandro Domenighini

Rivolto a tutti gli studenti, il progetto ha come finalità l’incremento delle qualità tecniche relative alle diverse discipline sportive, a cui si aggiungono obiettivi più generali, quali la socializzazione, lo spirito di collaborazione e, infine il benessere fisico.

Progetto Sicurezza – servizio di Primo Soccorso – prof. Luigi Sclosa

L’obiettivo primario sta nel far acquisire una conoscenza chiara delle situazioni oggettive e problematiche che possono determinare rischi, sia nell’ambiente scolastico, sia in tutti gli altri. A ciò si aggiunge l’esigenza di diffondere la cultura della sicurezza e della salute, per stimolare corrette abitudini di vita ed abituare a valutare e difendersi dai rischi.

Corso di Partnering aziendale e Destination Management – prof. Stefano Gigante

Si tratta di corsi rivolti agli studenti, articolati a seconda delle conoscenze e alle competenze dei ragazzi e a cura di un esperto esterno, il dott. Maurizio Droli, consulente di marketing e collaboratore dell’Osservatorio Turistico Regionale e dalla “Turismo FVG”. Obiettivo del corso è quello di far acquisire competenze trasversali a più discipline per implementare l’attività delle aziende locali del settore turistico. Per le classi quarte è previsto un corso di “Biglietteria aerea con utilizzo del programma Sabre”.

Borsa di studio Mario Andretta – prof.ssa Renata Pittau

Per iniziativa della famiglia Andretta viene bandito un concorso rivolto agli studenti delle classi Seconde, Terze e Quarte dell’ITST di Lignano; i tre vincitori possono beneficiare di un soggiorno studio di 2 settimane in Germania.

Goethe 2013 – prof.ssa Renata Pittau

Il progetto intende fornire agli studenti strategie didattiche per affrontare l’esame ZERTIKAT DEUTSCH FUER JUGENDLICHE presso il Goethe Institut di Trieste per ottenere la certificazione del livello B1, attraverso lo sviluppo delle abilità di base: comprensione e produzione orale e scritta, nonché le strutture morfosintattiche.

Corso di Russo – prof. Ssa Caterina Ceschia

Il corso intende promuovere la conoscenza della lingua e della cultura russa, sviluppare interessi e una mentalità multi linguistica.

Geografia in inglese - prof.ssa Caterina Ceschia, prof. Sebastiano Parmegiani

Rivolto agli studenti di una classe prima, il progetto consente di sviluppare abilità e conoscenze pluridisciplinari e di acquisire una visione interculturale, offrendo l’opportunità di affrontare stessi contenuti da ambiti e prospettive diverse.

Vicini alla gente di mare (Il risveglio di Giona 2012 -2013); Dalle reti alle relazioni; L’incontro con l’altro nel dialogo interreligioso; L’incontro con l’altro nel turismo responsabile; la condizione della donna nelle culture e religioni europee ed extraeuropee - prof. Giorgio Ghin

Una serie di progetti legati dal fil rouge dei cambiamenti apportati dalla globalizzazione e dai flussi migratori: sempre più pressante la necessità di confrontarsi con gli altri e con l’altro, vivendo la diversità come una risorsa.